Reset Password

Your search results
June 3, 2020

Costa dei Gelsomini e degli Aranci

Basi di partenza: Reggio Calabria

Durata: 7 giorni

Punti di interesse: Melito di Porto Salvo, Bova, Capo Spartivento, Roccella Jonica, Riace

Chilometri di spiagge incontaminate sulle quali calano stanche infinite dune di sabbia, alternate a squarci di candido granito. Profumi di fiori d’arancio, gelsomini e piante del Mediterraneo. Si entra in un mondo da fiaba, al quale tutti vorrebbero abbandonarsi.

Si lascia Reggio Calabria e si raggiunge presto Melito di Porto Salvo. Una lunga spiaggia di ciottoli ai piedi dei primi rilievi dell’Aspromonte, ma anche una località storica: per ben due volte, tra il 1860 e il 1862, Garibaldi sbarcò su queste coste nelle sue campagne per l’Unità d’Italia. Poco oltre, l’ampia e sabbiosa Spiaggia di Condofuri, ideale per i bambini. Il naso si riempie dell’aroma di bergamotto, le cui uniche piantagioni si stendono proprio accanto.

Spiagge e piccole, punteggiate da torri saracene, si alternano a dune e borghi ricchi di fascino. Merita una sosta l’antico agglomerato di Bova, tra i più Belli d’Italia, che ospita anche un sorprendente Museo Archeologico.

Segue il litorale di Palizzi, un paesaggio dalle visioni estreme: coste basse tempestate di rotondi massi di granito e arenaria, sullo sfondo dune di sabbia e calanchi, veri e propri monumenti naturali, ancora abbaglianti nel loro candore, nonostante i milioni di anni d’età. L’area è protetta e qui è di casa la tartaruga Careta careta, a testimoniare quanto la natura sia ancora intatta. Ci attendono quindi Capo Spartivento ed il suo bianco faro, immerso in un paesaggio onirico, nel quale si alternano le fiumare e chilometri di spiagge deserte. In aria si sente ancora il profumo dei gelsomini, un tempo coltivati qui per le mille preparazioni cosmetiche, mentre in mare, appena al largo, è facile incontrare i delfini.

Risalendo la costa verso Nord, i bagni si fanno sulla lunga spiaggia di Brancaleone o nelle piscine di Capo Bruzzano. Si attracca infine al Porto delle Grazie di Roccella Jonica, bandiera blu dei porti turistici, insignito da anni delle 5 ancore d’oro TYHA. Da visitare sia la cittadina, borgo glamour della Calabria, sia la sua vicina Marina di Gioiosa Jonica, con il suo teatro romano, il castello, le torri e le chiese di un passato che ha fatto la storia del Mediterraneo.

Poco più Nord, Riace, il terminale della crociera. La memoria va rapida a quel ritrovamento fortunato, ormai cinquant’anni fa, reso possibile dalle acque cristalline di questo mare. Due colossali statue di guerrieri che raccontano ancora la storia millenaria della Calabria. Si può scendere in acqua tranquilli, grandi e piccoli, perché i fondali si fanno gradualmente profondi, il mare è dolce e l’atmosfera avvolgente.

Adesso, si ripercorre la via all’inverso, fissando in mente immagini, profumi e ricordi che non si potranno scordare.

Più facile sarà ritornare in questo mare.

Category: Itinerari
Share